BANDO CAMERA DI COMMERCIO DELLE MARCHE – CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI FIERISTICHE

CAMERA DI COMMERCIO DELLE MARCHE
BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI FIERISTICHE

Nel quadro delle proprie iniziative istituzionali per promuovere la competitività delle imprese e del territorio, la Camera di Commercio delle Marche, intende favorire i processi di internazionalizzazione, incentivando, attraverso il sostegno finanziario,
la partecipazione delle imprese a fiere nazionali e estere.

A tal fine è previsto uno stanziamento complessivo di euro 700.000,00
Sono ammesse ai contributi le MPMI delle Marche che rispondono ai requisiti contenuti nel bando (i contributi sono concessi in regime de minimis).
 

Le domande possono essere presentate dal 23 Settembre al 20 Gennaio 2020

Bando per la Concessione di Contributi alle Imprese Ambasciatrici della Qualità – Anno 2019

CAMERA DI COMMERCIO DELLE MARCHE
Bando per la Concessione di Contributi alle Imprese Ambasciatrici della Qualità – Anno 2019
Area di Crisi industriale complessa del distretto Fermo –Macerata

SOGGETTI BENEFICIARI: Sono ammesse al contributo del presente Bando le imprese che ricadono nell’area di crisi industriale complessa del distretto Fermo –Macerata (allegato 1) e che appartengano alla filiera delle Pelli-Calzatura, secondo la classificazione ATECO 2007 (allegato 2)

FINALITA’: Nel quadro delle proprie iniziative istituzionali per promuovere la competitività delle imprese ricadenti nell’Area di Crisi industriale complessa del distretto Fermo –Macerata,ricomprendente i Comuni di Tolentino e Corridonia e i Sistemi Locali del Lavoro di Fermo, Montegiorgio, Montegranaro, Porto Sant’Elpidio e Civitanova Marche. Tale area è stata riconosciuta ed individuata con decreto del Ministro dello sviluppo economico del 12 dicembre 2018.
Questo Bando intende incentivare quelle imprese che, grazie alle proprie potenzialità, possono realizzare un progetto di innovazione del processo commerciale attraverso l’investimento in beni, strumenti, servizi e capitale umano altamente qualificato.

ENTITA’ DELL’AIUTO: Il contributo viene concesso in misura pari 50% dei costi sostenuti e documentati, al netto dell’IVA, per le voci di cui soprafino ad un massimo di 6.000,00 Euro.

RISORSE DISPONIBILI: EURO 800.000,00

SPESE AMMISSIBILI: Sono ammissibili a contributo esclusivamente le spese, al netto dell’IVA, sostenute dal 1° luglio 2019 fino al 31 dicembre 2019

Tipologia di spese ammissibili:
a) Acquisizione di beni strumentali e non (compresa la dotazione informatica):
-attrezzature, materie prime e tecnologie,anche informatiche,a supporto dei processi produttivi e commerciali dell’impresa-spese per la registrazione del proprio marchio.
b) Acquisizione di servizi finalizzati a:
-consulenze stilistiche;
-progettazione per la realizzazione dei prototipi;
-formazione specialistica del personale interno dedicato al progetto di marketing;
-ricerche di mercato nazionale o internazionale, anche su specifici settori; spese per lo studio dei clienti attuali e potenziali e per l’analisi dei fornitori, costi per l’individuazione di nuovi canali distributivi, nonché spese per l’acquisizione di banche dati;
-strategie di marketing management al fine di adeguare l’offerta dei prodotti ai bisogni e alle esigenze dei mercati-obiettivo e definire tecniche efficaci di determinazione del prezzo e di modalità di comunicazione e distribuzione.
Sono escluse le spese per la pubblicità e materiale promozionale dell’azienda.
C) Formazione/acquisizione di personale specialistico:
-Personale dipendente:Costi del personale in organico (modellisti e stilisti, tecnici di produzione, addetti alle vendite,programmatori/tecnici informatici così come risultante dall’inquadramento aziendale ecc.), oggetto di formazione specialistica.
-Personale non dipendente: Costi di messa a disposizione di personale altamente qualificato da parte di un organismo terzo,che non sostituisca altro personale.
I costi del personale dipendente, di cui al precedente punto,non possono eccedere il 20% del totale del costo complessivo del progetto ammesso alle agevolazioni.
I costi del personale non dipendente, assunto per la realizzazione del progetto di marketing oggetto del bando, sono rendicontabili solo se il contratto è superiore a sei mesi.
PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

I contributi a fondo perduto, oggetto del presente bando, sono concessi secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande in base alla disponibilità messa a bilancio dalla Giunta camerale con proprio atto, fino ad esaurimento fondi.

La domanda potrà essere presentata a partire dal
1° ottobre 2019 fino al 31 gennaio 2020.

POR FESR MARCHE 2014-2020 – Area Sisma Valorizzazione e riqualificazione delle PMI del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità Asse 8 – Attività 23.2.3

POR FESR MARCHE 2014-2020 – Area Sisma
Valorizzazione e riqualificazione delle PMI del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità Asse 8 – Attività 23.2.3

FINALITA’:
L’intervento punta a rivitalizzare la competitività economica dei centri storici ed urbani colpiti dal terremoto, attraverso azioni specifiche sui settori del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità ritenuti di fondamentale importanza per lo sviluppo locale e per la promozione del territorio attraverso la valorizzazione del territorio, rendendo più competitivo il sistema commerciale/turistico/cultura.
Verranno privilegiati i progetti presentati in forma aggregata (ATS, ATI, Reti di impresa, Rete-contratto), con interventi incentivanti una progressiva e crescente presenza di attività di “qualità”, in grado di attrarre l’interesse turistico e culturale. Nello specifico: – valorizzare e riqualificare le attività (PMI culturali, turistiche, commerciali, artigianato artistico e di qualità e di servizi) nelle aree interessate dal sisma in armonia con il contesto culturale, sociale ed architettonico;
– favorire la crescita, in particolare di piccole e medie attività commerciali, turistiche, culturali, di artigianato artistico e di qualità e di servizi, che integri la qualità delle città e dei piccoli comuni, in modo da assicurarne la attrattività, vivibilità e sicurezza;
– evitare lo spopolamento dei piccoli comuni e mantenere un’offerta adeguata;
– migliorare la capacità di attrazione delle aree interessate e la loro accessibilità;
– realizzare un qualificato livello di animazione economica, sociale e culturale.

SOGGETTI BENEFICIARI:
Possono partecipare al presente bando micro piccole e medie imprese (di seguito MPMI) appartenenti al comparto del:
– commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande in sede fissa identificato dai codici ATECO 2007 riportati nell’appendice A – elenco A.1 del bando;
– artigianato artistico e di qualità identificate dall’elenco riportato nell’appendice A – elenco A.2 del bando
Sono escluse le imprese che esercitano le seguenti tipologie di attività commerciali:
– Attività di vendita non rivolte al pubblico (spacci interni, distributori posti in luoghi privati);
– Attività di farmacie (salvo le parti di attività commerciali);
– Attività di rivendita di carburanti e prodotti “oil” (ad eccezione delle attività di commercio annesse);
– Attività di commercio all’ingrosso;
– Attività di commercio su aree pubbliche che non operano con strutture stabilmente fissate al suolo, tipo box o chioschi;
– Attività di commercio che esercitano forme speciali di vendita escluse le forme di commercio elettronico “e-commerce”.
Tra le attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande:

– le attività svolte da/nei circoli privati e mense.

SPESE AMMISSIBILI:
– Spese per iniziative promozionali;
– Spese per l’attività di marketing, studi e ricerche;
– Spese per la realizzazione di servizi comuni;
– Spese per la realizzazione di sistemi informativi da sviluppare con sistema delle reti di impresa soprattutto attraverso l’utilizzo di supporti informatici;
– Spese per la progettazione, la direzione dei lavori ed il coordinamento, nel limite massimo del 10% del costo complessivo del progetto ammesso a finanziamento;
– Spese per opere edili, di installazione impianti ed attrezzature strettamente necessarie alla realizzazione dell’intervento e che consentono di ottenere il miglioramento e il decoro dell’attività.

Le spese ammissibili decorrono dalla data 24.08.2016

LIMITI DI INVESTIMENTO:
Il costo complessivo ammesso alle agevolazioni per la realizzazione del progetto non può essere inferiore a € 12.000,00 (IVA esclusa)

CONTRIBUTO:
L’agevolazione verrà concessa sotto forma di contributo in conto capitale del 50% sulla spesa ritenuta ammissibile in base ale Reg. 1407/2013 “De minimis”
In ogni caso l’ammontare totale dell’agevolazione non potrà superare l’importo massimo di € 50.000,00 per ciascuna domanda.

RISORSE DISPONIBILI: € 3.000.000,00

SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE
Dal 01 agosto 2019 alle ore 13:00 del 29 novembre 2019
 

BANDO PER CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER FAVORIRE LA DIFFUSIONE DI NEGOZI PER IL COMMERCIO AL MINUTO DI PRODOTTI SFUSI E ALLA SPINA.

Bando per contributi a fondo perduto per favorire la diffusione di negozi per il commercio al minuto di prodotti sfusi e alla spina.

Finalita’
La Regione Marche vuole promuovere la diffusione di negozi di vendita di prodotti sfusi e alla spina con contributi a fondo perduto per la ristrutturazione, l’ampliamento dei locali e l’acquisto di attrezzature ed arredi

Risorse disponibili:    260.000 mila euro

Imprese beneficiarie
Possono presentare le domande al finanziamento le micro, piccole e medie imprese del commercio di vendita al dettaglio di prodotti sfusi e alla spina, (escluse quelle di somministrazione), esistenti alla data di presentazione della richiesta di contributo, con sede o unità locale nelle Regione Marche e con volume di affari fino a 2 milioni
di euro.
Per prodotti sfusi o alla spina si intendono:

  • Alimentari: pasta, riso, cereali, legumi, biscotti, sale, frutta secca, zucchero, olio, caramelle e caffè; – Detersivi: tutte le categorie;
  • Latte: crudo intero;
  • Cibo per animali;
  • Bevande: analcoliche (come succhi di frutta) e bibite varie, alcoliche (vini e birre).

Interventi finanziabili
Sono ammessi a contributo gli interventi relativi a:

  1. Ristrutturazione, manutenzione straordinaria di una nuova attività commerciale dedita esclusivamente alla vendita di prodotti sfusi e alla spina;
  2. Ampliamento, adeguamento e sistemazione degli spazi per la vendita esclusiva di prodotti sfusi e alla spina in esercizi commerciali già esistenti;
  3. Attrezzature fisse e mobili ed arredi, non usati, strettamente inerenti l’attività di vendita di prodotti sfusi e alla spina

Contributi concedibili
Contributo in conto capitale fissato nella misura del 30% della spesa ammissibile per gli interventi di cui alle lettere a) e b) e del 70% per quelli di cui alla lettera c)

Importo minimo di spesa
La spesa ammissibile, al netto di IVA, non può essere inferiore a € 5.000 e superiore a € 50.000

Priorità Graduatoria

  1. nuovi esercizi commerciali nati dopo il 1/1/2018
  2. esercizi commerciali i cui titolari hanno una età compresa tra i 18 ed i 35 anni
  3. esercizi commerciali che non hanno mai percepito contributi pubblici concernenti la medesima unità locale
  4. esercizi commerciali che alla data di presentazione della domanda hanno già completato i lavori regolarmente fatturati al 100%
  5. la tipologia dei prodotti sfusi o alla spina
  6. vendita esclusiva di prodotti sfusi o alla spina

SCADENZA 30 SETTEMBRE 2019

BANDO DI ACCESSO – PROGETTO COMPLESSO DI INVESTIMENTO TERRITORIALE INTEGRATO (ITI) STRATEGICO A SOSTEGNO ALL’AREA DI CRISI DEL FABRIANESE



Bando di Accesso – Progetto complesso di Investimento Territoriale Integrato (ITI)
strategico a sostegno all’Area di crisi del Fabrianese



FINALITA'
:
Il presente intervento
rappresenta la seconda parte del progetto complesso di Investimento Territoriale
Integrato (ITI) strategico a sostegno dell’Area di crisi del Fabrianese, che rappresenta
uno strumento chiave, efficiente e flessibile per far fronte a specifiche esigenze
di un’area circoscritta, ai fini del rilancio, del riposizionamento competitivo
e della diversificazione del suo tessuto economico. Con la prima fase è stata realizzata
una Piattaforma tecnologica, che ha avuto il compito di individuare alcune mirate
traiettorie di ricerca, sulle quali indirizzare i futuri investimenti delle micro,
piccole e medie imprese (MPMI).



SECONDA FASE DELL' ITI
:
Oggetto della seconda fase,
sarà il sostegno a progetti che rappresentano la realizzazione pratica delle soluzioni
tecnologiche ideate nell’ambito della suddetta Piattaforma Tecnologica, ovvero investimenti
finalizzati all’introduzione di innovazione di prodotto e innovazione nel processo
produttivo, se del caso coniugati con interventi volti alla riduzione dei consumi
energetici, necessari al rilancio e rivitalizzazione dell’area di riferimento e
collegati ad interventi di formazione e di aiuti all’occupazione.

La seconda fase dell' ITI
– Fabriano, con una dotazione
di € 4.135.414,36
, è destinato alle micro, piccole e medie imprese
(MPMI) dei settori manifatturieri tradizionali, industrie culturali e creative (priorità
per imprese operanti nei settori definiti nella strategia di specializzazione intelligente),
anche in varie forme di aggregazione (ATI, accordi di partenariato, contratti di
rete).



SOGGETTI BENEFICIARI
:
Possono beneficiare delle
agevolazioni previste dal presente bando, le MPMI (micro, piccole, medie
imprese) in forma singola o aggregata
(Si veda All.1 per Settori Ammissibili)
.

La partecipazione in aggregazione
di imprese, è consentita esclusivamente alle micro, piccole e medie imprese – soggetti
beneficiari –purché comporti la collaborazione effettiva fra: – almeno tre imprese
con sede dell’investimento ed unità produttiva ubicata nel territorio ITI indipendenti
l’una dall’altra cioè non associate e non collegate, di cui almeno una micro
o piccola impresa
;


  • massimo cinque imprese
    con sede dell’investimento
    ed unità produttiva ubicata nel territorio ITI di cui al punto 4, indipendenti
    l’una dall’altra cioè non associate e non collegate, di cui almeno 2 micro
    o piccole imprese.


La collaborazione dovrà essere formalizzata
attraverso la stipula di un Accordo di partenariato, nella forma di contratto
di rete
, associazione temporanea di scopo o raggruppamento temporaneo.



SETTORI AMMESSI
:
Gli interventi di cui al
presente bando dovranno essere realizzati nei Comuni di:
Fabriano,

Sassoferrato,

Genga,

Cerreto d’Esi,
 che
rappresentano un ambito territoriale definito, inserito nel Sistema Locale del Lavoro
del Fabrianese, oltre al Comune
di Matelica
che, in seno al Gal Colli Esini, condivide da tempo con i
comuni del SSL di Fabriano
.


SPESE
AMMISSIBILI :Investimenti produttivi per l’introduzione di innovazione di prodotto/processo/organizzazione


ATTIVI MATERIALI

(macchinari, impianti, hardware ed attrezzature varie), strettamente necessari
alla realizzazione delle innovazioni di prodotto e innovazione di processo produttivi
ATTIVI IMMATERIALI
brevetti, licenze, know
how
e conoscenze tecniche non brevettate, programmi informatici concernenti nuove tecnologie
di prodotti e processi produttivi, per la parte in cui sono utilizzati per l’attività
svolta nell’unità produttiva interessata dal progetto
– SERVIZI DI CONSULENZA STRETTAMENTE CONNESSI AL PROGETTO DI INVESTIMENTO

– nella misura massima del 5% del totale delle spese di cui ai punti A) e B). Vi
rientrano anche le spese per la redazione del business plan e spese per acquisizione
servizi ICT


SERVIZI
PER L’INNOVAZIONE: SERVIZI DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DI SOSTEGNO ALL’INNOVAZIONE
DI PRODOTTO E PROCESSO,

nella misura massima del 30%
del totale delle spese di cui ai punti A) e B) della prima sottofase, quali: Costi
per l’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali,
Spese per l’acquisizione di servizi di consulenza specialistica in materia di innovazione:
assistenza tecnologica, servizi di trasferimento di tecnologie, consulenza in materia
di acquisizione, protezione e commercializzazione dei diritti di proprietà intellettuale
e di accordi di licenza; Servizi di supporto all’innovazione: ricerche di mercato,
etichettatura e standard di qualità, test, marchi e certificazione, utilizzazione
banche dati e laboratori; per l’innovazione di processo e di organizzazione, costi
per l’acquisizione dei risultati di ricerca, brevetti know how e diritti di licenza.



LIMITI DI INVESTIMENTO
:
L’impresa, all’atto della
presentazione della domanda, dovrà presentare un progetto unitario comprendente
sia l’investimento produttivo, finanziabile con questo Bando, sia le altre opzioni
di intervento che intende attivare sui successivi Bandi riservati alle imprese beneficiarie,
nel caso in cui il suo progetto venga selezionato e ammesso a finanziamento.

Nel suo complesso, il progetto
unitario presentato dall’impresa in forma singola dovrà avere un importo di spesa
ammissibile compreso tra € 50.000,00
ed € 150.000,00
; mentre il progetto unitario presentato da un’aggregazione
di imprese dovrà avere un importo di spesa ammissibile compreso tra un
minimo di € 100.000,00 ed un massimo
di € 300.000,00.


INCREMENTO
OCCUPAZIONALE
:
Ciascun progetto d’impresa
deve essere correlato ad un programma occupazionale teso all’incremento delle unità
lavorative a tempo indeterminato o determinato e a tempo pieno, entro la conclusione
del progetto e purché il relativo incremento, sia mantenuto per i 36 mesi successivi
all’assunzione, per le unità lavorative a Tempo Indeterminato e, 24 mesi, per le
unità lavorative a Tempo determinato. N.B. Il programma
occupazionale ha rilevanza sia in fase di ammissibilità, che in fase di valutazione.


CONTRIBUTO:
L’agevolazione consiste
in un contributo in conto capitale pari al
50%

del totale delle spese ammissibili a finanziamento erogabile nel rispetto
della regola de minimis Reg. (UE) 1407/2013.

 



SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE



7 OTTOBRE 2019 – ore 14:00

 

Allegato 1

ELENCO DELLE attività ECONOMICHE
AMMISSIBILI BANDO ITI

(ATECO 2007)

 

Sono
ammessi all’intervento gli investimenti finalizzati all’esercizio delle seguenti
attività economiche (classificazione ATECO 2007):


C – attività Manifatturiere
;


D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria
condizionata
;


E – Trattamento rifiuti,

limitatamente ai seguenti codici:

37.00.0

Raccolta e depurazione delle
acque di scarico (limitatamente al trattamento delle acque reflue di origine
industriale tramite processi fisici, chimici e biologici)

38.1

Raccolta dei rifiuti (limitatamente
a quelli di origine industriale)

38.2

Trattamento e smaltimento
dei rifiuti (limitatamente a quelli di origine industriale)

38.3

Recupero dei materiali

 


F – Costruzioni
;


J – Servizi di informazione e comunicazione
,
limitatamente al codice 61-Telecomunicazioni ed al codice 62-Produzione di software,
consulenza informatica e attività connesse, oltre a:

63.11.1

Elaborazione dati

63.11.2

Gestione database (attività
delle banche dati)

63.11.3

Hosting e fornitura di servizi
applicativi (ASP)

63.12.00

Portali web

 


M – attività professionali, scientifiche e tecniche
,
limitatamente ai seguenti codici:

71.12.40

attività
di cartografia e aerofotogrammametria

73.11.0

Agenzie
pubblicitarie

73.11.01

Ideazione
di campagne pubblicitarie

73.11.02

Conduzione
di campagne di marketing e altri servizi pubblicitari

74.10.10

attività
di design di moda e design industriale

74.10.2

attività
dei disegnatori grafici

74.10.29

attività
dei disegnatori grafici di pagine web

74.10.90

attività
dei disegnatori tecnici

74.20.12

attività
di riprese aeree nel campo della fotografia

74.20.20

Laboratori
grafici per lo sviluppo e la stampa

82.30.00

Organizzazione
di convegni e fiere

90.01.0

Rappresentazioni
artistiche

90.02.0

attività
di supporto alle rappresentazioni artistiche

90.03.0

Creazioni
artistiche e letterarie

90.03.02

attività
di conservazione e restauro di opere d’arte

90.03.09

Altre creazioni
artistiche e letterarie

90.04.00

Gestione
di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche

91.01.00

attività
di biblioteche ed archivi

91.02.00

attività
di musei

91.03.00

Gestione
di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili

94.99.20

attività
di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione
di hobby