LEGGE REGIONALE 20/03 Art. 14 – Artigianato Artistico LETTERE A-C-G

20 maggio 2019

LEGGE REGIONALE 20/03 Art. 14
Artigianato Artistico LETTERE A-C-G

ART.14 – COMMA 1 ­ Contributi per lo sviluppo delle produzioni artistiche, tradizionali e tipiche

SOGGETTI BENEFICIARI:
Imprese singole o associate che svolgono attività artistiche previste da Elenco L.R. 20/2003

INTERVENTI AMMISSIBILI:

  1. comma 1 lettera a): Ammodernamento, ristrutturazione e mantenimento dei laboratori in proprietà o in locazione

  2. comma 1 lettera c): Acquisto di macchinari, brevetti e recupero di macchinari e attrezzature non reperibili sul mercato (per attrezzature e macchinari non reperibili si intendono quelli la cui fabbricazione è antecedente al 1980)

  3. comma 1 lettera g): Commercializzazione di prodotti

  4. Le imprese individuali che svolgono esclusivamente l’attività tramite le attrezzature d’uso e con le modalità di cui all’art.2 della L.443/85 possono presentare progetti che, in modalità integrata afferiscano alle tipologie di investimenti previsti dalle lett. a) c) e g) dell’art.14 I.r.20/2003

SPESE AMMISSIBILI:

  1. comma 1 lettera a): Spese per opere murarie ed accessorie (impianti idrotermosanitari, elettrici, areazione, antincendio, climatizzazione, aspirazione, antifurto e di tutti gli impianti a rete) spesa minima ammissibile €.5.000,00

  2. comma 1 lettera c): Spese per l’acquisto di nuovi macchinari nuovi e recupero di macchinari e attrezzature non reperibili sul mercato (per attrezzature e macchinari non reperibili si intendono quelli la cui fabbricazione è antecedente al 1980) e brevetti spesa minima ammissibile € .10.000,00

  3. comma 1 lettera g): – spese per la partecipazione a fiere/mercati riferite al solo costo per l’acquisto degli spazi e allestimento degli stand esclusivamente forniti dall’ente fiera ospitante (sono escluse le spese di viaggio, vitto, alloggio, hostess e acquisto spazi pubblicitari); spese per la pubblicità aziendale riferite esclusivamente alla progettazione di: brochure, depliant, locandine, cartellonistica, manifesti, cataloghi (sono escluse le spese per la stampa/e diffusione); spese per la realizzazione di siti internet e loro aggiornamento; spese per progetti riferiti al commercio elettronico; spese per la pubblicizzazione su testate giornalistiche radiofoniche e televisive.

    ** Spesa minima ammissibile per gli interventi è fissata in € 5.000,00 per le imprese singole e in €.10.000,00 per i Consorzi, ATI, Rete di imprese

    ** Ammesse spese per massimo due manifestazioni fieristiche

  4. comma 1 lettere a) c) e g) in modalità integrata: le spese ammissibili sono ricomprese nei punti sopra indicati. spesa minima complessiva del progetto è pari a €.10.000,00

MISURA DEI CONTRIBUTI:

  • 50% delle spese ritenute ammissibili e fino ad un massimo di €.25.000,00 per la lettera a) e c) € 15.000,00 per le imprese lettera g) e € 20.000,00 per i consorzi lettera g)

  • 50% delle spese ritenute ammissibili e fino ad un massimo di €.10.000,00 per i progetti di cui al punto 4)

TERMINI AMMISSIBILITA’ DELLE SPESE:

  • comma 1 lettera a) c): dal 01.01.2019

  • comma 1 lettera g): dal 01.01.2018

  • per le imprese individuali che svolgono esclusivamente l’attività tramite le attrezzature d’uso e con le modalità di cui all ‘art.2 della L.443/85 possono presentare progetti che in modalità integrata che afferiscano alle tipologie di investimenti previsti dalle lett. a) c) e g) dell’art.14 I.r.20/2003 tale termine decorre dal 01.01.2018

RISORSE:

  1. comma 1 lettera a): € 250.000,00

  2. comma 1 lettera c): € 300.000,00

  3. comma 1 lettera g): Commercializzazione di prodotti – € 250.000,00

  4. Investimenti integrati lett. a) c) e g) – € 50.000,00

SCADENZA 15 LUGLIO 2019

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
  • PDF

Articolo precedente:

Articolo successivo: