POR FESR MARCHE 2014-2020 – Area Sisma Valorizzazione e riqualificazione delle PMI del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità Asse 8 – Attività 23.2.3

7 agosto 2019

POR FESR MARCHE 2014-2020 – Area Sisma
Valorizzazione e riqualificazione delle PMI del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità Asse 8 – Attività 23.2.3

FINALITA’:
L’intervento punta a rivitalizzare la competitività economica dei centri storici ed urbani colpiti dal terremoto, attraverso azioni specifiche sui settori del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità ritenuti di fondamentale importanza per lo sviluppo locale e per la promozione del territorio attraverso la valorizzazione del territorio, rendendo più competitivo il sistema commerciale/turistico/cultura.
Verranno privilegiati i progetti presentati in forma aggregata (ATS, ATI, Reti di impresa, Rete-contratto), con interventi incentivanti una progressiva e crescente presenza di attività di “qualità”, in grado di attrarre l’interesse turistico e culturale. Nello specifico: – valorizzare e riqualificare le attività (PMI culturali, turistiche, commerciali, artigianato artistico e di qualità e di servizi) nelle aree interessate dal sisma in armonia con il contesto culturale, sociale ed architettonico;
– favorire la crescita, in particolare di piccole e medie attività commerciali, turistiche, culturali, di artigianato artistico e di qualità e di servizi, che integri la qualità delle città e dei piccoli comuni, in modo da assicurarne la attrattività, vivibilità e sicurezza;
– evitare lo spopolamento dei piccoli comuni e mantenere un’offerta adeguata;
– migliorare la capacità di attrazione delle aree interessate e la loro accessibilità;
– realizzare un qualificato livello di animazione economica, sociale e culturale.

SOGGETTI BENEFICIARI:
Possono partecipare al presente bando micro piccole e medie imprese (di seguito MPMI) appartenenti al comparto del:
– commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande in sede fissa identificato dai codici ATECO 2007 riportati nell’appendice A – elenco A.1 del bando;
– artigianato artistico e di qualità identificate dall’elenco riportato nell’appendice A – elenco A.2 del bando
Sono escluse le imprese che esercitano le seguenti tipologie di attività commerciali:
– Attività di vendita non rivolte al pubblico (spacci interni, distributori posti in luoghi privati);
– Attività di farmacie (salvo le parti di attività commerciali);
– Attività di rivendita di carburanti e prodotti “oil” (ad eccezione delle attività di commercio annesse);
– Attività di commercio all’ingrosso;
– Attività di commercio su aree pubbliche che non operano con strutture stabilmente fissate al suolo, tipo box o chioschi;
– Attività di commercio che esercitano forme speciali di vendita escluse le forme di commercio elettronico “e-commerce”.
Tra le attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande:

– le attività svolte da/nei circoli privati e mense.

SPESE AMMISSIBILI:
– Spese per iniziative promozionali;
– Spese per l’attività di marketing, studi e ricerche;
– Spese per la realizzazione di servizi comuni;
– Spese per la realizzazione di sistemi informativi da sviluppare con sistema delle reti di impresa soprattutto attraverso l’utilizzo di supporti informatici;
– Spese per la progettazione, la direzione dei lavori ed il coordinamento, nel limite massimo del 10% del costo complessivo del progetto ammesso a finanziamento;
– Spese per opere edili, di installazione impianti ed attrezzature strettamente necessarie alla realizzazione dell’intervento e che consentono di ottenere il miglioramento e il decoro dell’attività.

Le spese ammissibili decorrono dalla data 24.08.2016

LIMITI DI INVESTIMENTO:
Il costo complessivo ammesso alle agevolazioni per la realizzazione del progetto non può essere inferiore a € 12.000,00 (IVA esclusa)

CONTRIBUTO:
L’agevolazione verrà concessa sotto forma di contributo in conto capitale del 50% sulla spesa ritenuta ammissibile in base ale Reg. 1407/2013 “De minimis”
In ogni caso l’ammontare totale dell’agevolazione non potrà superare l’importo massimo di € 50.000,00 per ciascuna domanda.

RISORSE DISPONIBILI: € 3.000.000,00

SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE
Dal 01 agosto 2019 alle ore 13:00 del 31 ottobre 2019
 

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
  • PDF

Articolo precedente: