SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESA – REGIONE MARCHE ANNO 2019

17 maggio 2019

SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESA
REGIONE MARCHE ANNO 2019

OBIETTIVO:
Con il presente intervento la Regione Marche concede incentivi economici per sostenere l’avvio di nuove realtà economiche (imprese e liberi professionisti in forma singola o associata) con sede legale e/o operativa nella regione Marche.

SOGGETTI BENEFICIARI:
Priorità 8.1 Saranno finanziate le nuove imprese, gli studi professionali, singoli e/o associati e/o liberi professionisti, aventi sede legale e/o sede operativa nel territorio della regione Marche che si costituiscono dopo la pubblicazione del presente Avviso Pubblico sul BURM (indicativamente 23 Maggio 2019) e successivamente alla presentazione della domanda di contributo da parte del richiedente (ancora da costituire).
I soggetti che possono presentare domanda di finanziamento devono essere:

  • residenti o domiciliati (domicilio da almeno 3 mesi) nella regione Marche

  • essere soggetti iscritti come disoccupati, ai sensi del D.lgs 150/2015 e s.m.i., presso i Centri per l’Impiego della Regione Marche, competenti per territorio

  • avere un’età minima di 18 anni

Ciascun soggetto può presentare una sola domanda di partecipazione e non può essere coinvolto in più progetti di nuova impresa.

Tutti i requisiti dei soggetti richiedenti devono essere posseduti al momento della presentazione della domanda.
La domanda va presentata all’area territoriale in cui il proponente ha la residenza/domicilio e intende costituire la sede legale e/o operativa dell’azienda.
Imprese che operano in tutti i settori (Turismo, Commercio, servizi alle persone, Servizi alle Aziende green o Blue Economy e Risparmio Energetico, Domotica, Meccatronica, Manifattura, Salute e Benessere.
Le imprese ammissibili al cofinanziamento nell’ambito in attuazione della priorità 9.i, oltre ai requisiti di carattere generale di cui sopra, devono configurarsi come:

  1. cooperative sociali di cui all’art. 1, comma 1, lettera b), della legge 8/11/1991, n. 381, iscritte nell’albo delle cooperative sociali di cui alla legge regionale n. 34/2001;

  2. società nelle quali il 100% dei soci previsti nella compagine sociale ed il 51% dei soci lavoratori appartengano a categorie svantaggiate, come definite all’art. 2, comma 4, del Reg. UE 651/2014, o alla categoria di “lavoratori con disabilità”, come definita all’art. 2, comma 3, dello stesso Reg. UE 651/2014;

  3. imprese individuali con titolari che rientrino nelle categorie di cui al precedente punto B.

DURATA DEI PROGETTI:
La durata dei progetti è fissata in 12 mesi dall’ammissione a finanziamento

SPESE AMMISSIBILI A CONTRIBUTO:

1) SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESA IN REGIME DI DE-MINIMIS

Ciascuna impresa può accedere, al massimo, a n. 1 (uno) finanziamento per un importo massimo di Euro 35.000,00.

La somma forfettaria erogabile a titolo di contributo sarà corrisposta in due tranche:

  1. la prima, pari a 15.000,00 euro, al momento della dichiarazione di avvio attività da parte dell’impresa neo costituita che dovrà dimostrare, oltre all’avvio delle attività, anche l’impiego del titolare/socio/libero professionista;

  2. la seconda, pari al massimo a 20.000,00 euro, successivamente alla conclusione del progetto (prevista in 12 mesi all’ammissione a finanziamento), e’ commisurata ai posti di lavoro creati, (oltre quello del titolare o socio o libero professionista il cui impiego lavorativo è già sostenuto con l’erogazione della somma forfettaria di cui al punto precedente)

2) SOSTEGNO CREAZIONE IMPRESA IN REGIME DI ESENZIONE

Ciascuna impresa può accedere, al massimo, a n. 1 (uno) finanziamento per un importo massimo di Euro 35.000,00

Entità del contributo e spese ammissibili:
I contributi sono concessi per un importo fino a 35.000,00 euro. I contributi riconducibili alle spese ammissibili sono consentiti fino al 100%.
Possono essere ammessi a contributo i progetti che prevedano una spesa minima pari o superiore a 10.000,00 euro.

Spese ammissibili riferite al periodo di ammissibilità del progetto:

  1. spese di costituzione (onorario notarile, comprensivo di IVA, se non recuperabile; assicurazioni per la copertura di rischi inerenti l’utilizzo di risorse umane e strumentali impiegate nel progetto di impresa)

  2. spese per la fideiussione

  3. spese relative alle consulenze tecniche (consulenza fiscale, gestionale e marketing) nel limite massimo di euro 5.000,00;

  4. spese per l’acquisto di attrezzature e beni mobili (compreso l’acquisto di attrezzature e beni mobili usati) ;

  5. spese per affitto immobili nel limite di 12 mesi previsti per la realizzazione del progetto ;

  6. spese pubblicitarie nel limite massimo di 7.000,00 ;

  7. spese relativi ai canoni di leasing dei beni di cui al punto 4;

  8. Spese per l’acquisto o ammortamento di beni immateriali (brevetti, licenze d’uso, acquisto di hardware e software (finalizzati all’informatizzazione ed all’allacciamento a reti informatiche)

Periodo di riferimento delle spese: Le spese devono essere sostenute e pagate dal giorno successivo alla data di invio della domanda di contributo fino alla data prevista per la conclusione del progetto, ( stabilita in 12 mesi decorrenti dalla data dell’atto di ammissione a finanziamento),ad eccezione delle spese relative al pagamento dei premi annuali per la fidejussione fino alla data di approvazione del rendiconto.

RISORSE DISPONIBILI:
Le risorse complessive destinate all’intervento sono pari ad
Euro 15.000.000,00
sui capitoli del POR FSE 2014/2020 (Asse 1, Priorità d’investimento 8.i, RA 8.5 e Asse 2 priorità di investimento 9.i, R.A. 9.2., ripartiti nel seguente modo:

  • Euro 14.000.000,00 a valere sulla priorità d’investimento 8.i

  • Euro 1.000.000,00 a valere sulla priorità di investimento 9.i.

e secondo il seguente cronoprogramma:

  • 2019 euro 3.000.000,00

  • 2020 euro 6.000.000,00

  • 2021 euro 6.000.000,00

SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE:

Le domande di finanziamento possono essere presentate dal 10° giorno successivo a quello di pubblicazione del presente atto nel BUR della Regione Marche (indicativamente 23 Maggio), senza soluzione di continuità ed entro la data del 31.12.2021, fatto salvo l’esaurimento delle risorse prima della data di scadenza.

BANDO SOSPESO PER ESAURIMENTO DELLE RISORSE.
IL BANDO POTREBBE ESSERE RIATTIVATO IN FUTURO

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
  • PDF

Articolo precedente:

Articolo successivo: